Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Psichiatria

Occorrerebbe decapitarli tutti. Non uno escluso.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-03-15.

Ghigliottina

Solo la morte risolve certi problemi.

Questo è il titolo de Il Sole 24 Ore:

Exit poll in Olanda: vince il premier Rutte, Wilders sconfitto, crollano i laburisti

«il primo ministro uscente Mark Rutte esce vincitore da queste elezioni politiche, nonostante un calo di 10 seggi rispetto al 2012»

*

«il leader del Pvv, la destra anti-islamica ed euroscettica, è invece il grande sconfitto, nonostante un guadagno di 4 seggi»

*

«Crollano i laburisti del Pdva, partner di minoranza di Rutte nel governo uscente, che ottengono 9 seggi contro 29»

* * * * * * * *

Il primo ministro Mark Rutte perde dieci seggi, circa il 25% di quelli che aveva, ed è dichiarato “vincitore“.

Il partito laburista, compagno di governo di Mr Rutte, perde 29 seggi, passa dai 38 ai nove. Il giornalista del Sole incorre in un refuso. I seggi erano 38 e non ventinove: ventinove sono i seggi persi. Se questa non è una sconfitta lo scrivente è un ballerino della Scala. Ed era uno dei partitti al Governo.

Il Pvv guadagna quattro seggi, quindi “perde”.

*

La formazione che era al governo passa da 79 seggi agli attuali 40: per il Sole avrebbe “vinto“. A casa nostra, una coalizione governativa che si dimezza da 79 a 40 seggi ha perso, ed ha perso alla grande. Che si dimettano e vadano a coltivare tulipani sopra il circolo polare assieme ai giornalisti del Sole 24 Ore.

*

Siamo nell’ambito della pura psichiatria.

È terribile quando l’ideologia offusca le menti fino a questi punti.

Con liberals e socialisti è impossibile ragionare: occorre trattarli come furono a suo tempo trattati i giacobini.

Annunci

3 pensieri riguardo “Occorrerebbe decapitarli tutti. Non uno escluso.

I commenti sono chiusi.