Pubblicato in: Vignette Umoristiche

Si stava meglio quando si stava peggio.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-02-08.

 

2017-02-08__gatto__001

Guardando come si sta evolvendo il mondo rimarrebbero molti dubbi che il progresso significhi anche un miglioramento.

L’essere umano si esprime anche attraverso la libertà di lavorare e guadagnare, la libertà economica, ma non si estingue in essa.

Che poi, quanto è rimasto della libertà economica?

Sembrerebbe essere una domanda per nulla capziosa.

Con la giustificazione di una lotta al terrorismo, tutti i movimenti sono tracciati e tracciabili. Il contante è bandito, quasi che gli stati non vogliano più riconoscere la propria valuta. Il sig. Brambilla non può comprarsi quattro mandarini che immediatamente tutti i database sono aggiornati con il suo nuovo acquisto. Ed il tutto potrebbe essere usato contro di lui in sede giudiziaria.

Tutte le telefonate e tutti gli accessi internet sono registrati: è invero una stranissima forma di libertà di parola. Gli esseri umani sono anche cuore e mente, sentimenti, desiderio del bello e dell’estetico.

Non sono maiali selvatici tutto sesso selvaggio e trasgressivo.

Sono anche persone felici quando sono insieme alla loro famiglia: un padre, una madre ed i loro figli. Esistono anche cose pulite, cose sane. Certo, esiste anche il sordido, il degenerato, ma non è la maggioranza. Facciamoci una domanda:

“Tornando a casa, avete mai visto un assegno venirvi incontro scodinzolando?”

Sarebbe davvero lecito allora riproporsi la domanda:

“Si stava meglio quando si stava peggio?”

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Si stava meglio quando si stava peggio.

I commenti sono chiusi.