Pubblicato in: Devoluzione socialismo, Trump, Unione Europea

Germania. Seehofer, Roth e la politica di Mr Trump.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-02-01.

seehofer-horst-minister-president-of-bavaria

Herr Horst Seehofer è il capo della CSU, la componente cattolica bavarese della Union, con cui governa la Germania attuale.

Nella posizione e nella situazione in cui opera troviamo corretto che usi parole moderate e prudenti.

«he doesn’t agree with all of Donald Trump’s decisions»

*

«I think this decision – and there are a few others – is not right»

* * * * * * * *

Sembrerebbe essere la cosa più naturale del mondo che un personaggio di tale valore e che occupa una posizione politicamente strategica non condivida tutte le posizioni assunte dal Presidente Trump.

Troviamo anche elegante e corretta la terminologia usata: “I think this decision is not right”: esprime un suo parere, “I think”, ed essendo questo parere politico prosegue dicendo “not right”.

*

Herr Horst Seehofer è un europeo, quindi un tedesco, e quindi ancora un bavarese: si dovrebbe restare stupiti se non cercasse di fare gli ideali di vita e gli interessi degli Elettori che rappresenta.

*

Questa serenità di giudizio, sempre proficua in ogni dibattito politico, contrasta nettamente con la visione ideologica esternata dal Mrs Claudia Roth:

«simply a disaster …. a declaration of bankruptcy for a value-oriented policy».

La differenza è evidente e sostanziale.

Herr Seehofer ben si guarda dal giudicare “a disaster” la scelta del Presidente Trump: lecitamente non la condivide, ma ben si guarda dall’esprimersi su di un contenuto morale che non gli compete.

Mrs Roth aggiunge per buon peso il richiamo ad una “value-oriented policy“. Tradotto in termini accessibili a tutti, a ciò che Mrs Roth considera essere dei valori. Nuovamente, il giudizio slitta da quello politico a quello morale. Ed a quello morale secondo ciò che Mrs Roth considera essere tale, ma che in realtà è solo una sua personalissima opinione, peraltro errata. Se non esistesse l’oggettività della morale, ogni diversa morale sarebbe egualmente valida ed accettabile.

Questo è il vizio mentale delle sinistre europee e tedesche.

* * * * * * * *

La politica è l’arte del possibile, della ricerca di accordi, di un dialogo in un mutuo rapporto di comprensione dei problemi altrui. La politica consiste nel saper ascolatare dapprima, comprendere ciò che si è ascoltato, dopo.

La posizione di Mrs Roth è solidamente dogmatica, ma non nel senso etimologico del termine.

È la caricatura vignettistica di quello che si crede sia stato il frate predicatore medievale. Che così non era, per fortuna della umanità.

Non ci si stupisca che ragionando con questo metro la sinistra europea si stia disfacendo.

In ogni caso Mrs Roth ha ragione in un punto: la “value-oriented policy” è in bancarotta.


Handlesbatt. 2017-02-01. Seehofer Praises Trump

Horst Seehofer says he doesn’t agree with all of Donald Trump’s decisions, yet the Bavarian premier is full of praise for the U.S. president’s political style.

*

Horst Seehofer, Bavaria’s premier and head of the Christian Social Union, the sister party to Ms. Merkel’s Christian Democratic Union, praised Donald Trump’s “political style” in an interview with German tabloid Bild am Sonntag, claiming it was different “than anything we have been used to in Europe for decades.”

Mr. Seehofer went on to applaud the “consistency” and “speed” with which Mr. Trump had implemented his election promises point for point. “In Germany, we would first constitute a working group, then a test group and then an implementation group,” said Mr. Seehofer, adding that this does not mean that he considers all of Mr. Trumps decisions to be correct.

On Friday, Mr. Trump signed an executive order halting travel by people with passports from Iran, Iraq, Libya, Somalia, Sudan, Syria and Yemen for 90 days, and stopping the resettlement of refugees for 120 days. The travel ban sparked massive protests at major airports across the U.S. and led to criticism from several foreign leaders including Ms. Merkel.

Only on Wednesday, the U.S. president signed two executive orders directing construction of a wall on the U.S.-Mexico border, boosting border patrol forces, and increasing the number of immigration enforcement officers who carry out deportations, leading to Mexican President Enrique Peña Nieto canceling a meeting with Mr. Trump that had been set for next week.

Meanwhile, Mr. Seehofer’s statement was met with harsh criticism in Germany. Green politician Claudia Roth called them “simply a disaster” and “a declaration of bankruptcy for a value-oriented policy.”

“Seeing as how Horst Seehofer is setting up the CSU today, I do not know with whom the CSU would want to form a coalition with other than the AfD,” SPD vice-president Thorsten Schäfer-Gümbel told the Redaktionsnetzwerk Deutschland newspaper group, referring to the right-wing populist Alternative for Germany.

Jürgen Hardt, the government’s coordinator for trans-Atlantic relations, told Deutschlandfunk radio, he could not explain how Mr. Seehofer could consider “this type of populist actionism” to be wise politics.

On Monday, Mr. Seehofer distanced himself from Mr. Trump’s travel ban. “I think this decision – and there are a few others – is not right,” he said in Munich.

 

Annunci