Pubblicato in: Amministrazione, Devoluzione socialismo

Dipendenti Pubbliche Amministrazioni. Numeri e costi.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-02-01.

vecchio__005-tristani-marco-ritratto-di-vecchio

La Ragioneria Generale dello Stato ha rilasciato il Report “Ordinamenti e costi del personale“.

*

Un italiano su cinque in età lavorativa è dipendente delle pubbliche amministrazioni: lo stesso ed identico rapporto che era in essere nell’Unione Sovietica al momento del suo collasso.

Ma l’aspetto sinistro è la curva di distribuzione delle età.

«Alla fine del 2015 l’età media del pubblico impiego ha raggiunto la soglia dei 50 anni».

Il dato sarebbe ancora peggiore se si fosse considerata la mediana invece che la media. Nela 2020, ossia tra tre anni, l’età media sarà 54 anni (cinquantaquattro).

Nel prossimo decennio se ne andranno circa un milione ed ottocentomila dipendenti pubblici. Una mazzata per l’Inps e problemi severi nel rimpiazzo, cui nessun politico nostrano si sottrarrebbe. Piazzare un milione ed ottocentomila tesserati oppure amici, amichetti, amicuzzi ed amanti dismesse è per ogni partito un gioco da ragazzi.

*

Se l’ideale sarebbe non riassumerne nessuno, sono già una marea, il problema sarebbe ancora peggiore se si volessero assumere dei giovani in eguale numero. Due i motivi.

  1. Con il calo demografico non ci saranno giovani italiani in numero sufficiente al rimpiazzo.

  2. Se anche si immettessero immigrati negli organici, si perpetuerebbe questa anomalia nelle classi di età.

In poche parole: un gran bel guaio.

Ansa. 207-01-21. Statali più ‘vecchi’, età media 50 anni

Statali sempre più ‘vecchi’. La conferma arriva dalla Ragioneria generale dello Stato. “Alla fine del 2015 l’età media del pubblico impiego ha raggiunto la soglia dei 50 anni”, scrive la Rgs aggiornando il conto annuale.

“Nel periodo 2001-2015 l’età media riferita al totale del personale – spiega – è cresciuta di sei anni e quattro mesi”, anche se con “differenze notevoli fra i vari comparti”. “ll totale della forza lavoro impiegata nelle amministrazioni pubbliche nel 2015 è in calo rispetto al precedente anno”. Così la Ragioneria generale dello stato, aggiornando il conto annuale. “L’ingresso dei nuovi enti nella rilevazione avvenuto nel 2011 e nel 2014 maschera il trend effettivo del totale del personale pubblico. Al netto dei nuovi ingressi si osserverebbe una riduzione ininterrotta che prosegue dal 2008”, spiega.

217-01-22__tesoreria__tabella_3_1__

217-01-22__tesoreria__tabella_5_7__

217-01-22__tesoreria__tabella_6_1__

217-01-22__tesoreria__tabella_6_7__

217-01-22__tesoreria__tabella_6_9__

217-01-22__tesoreria__tabella_7_1__

217-01-22__tesoreria__tabella_7_3__

217-01-22__tesoreria__tabella_7_4__

Annunci

Un pensiero riguardo “Dipendenti Pubbliche Amministrazioni. Numeri e costi.

I commenti sono chiusi.