Pubblicato in: Criminalità Organizzata

Ringraziamo i giacobini americani, i nostri migliori alleati – The Washington Times.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-01-31.

2017-01-31__times__001

Tutti i media americani ed europei baccagliano rumorosamente contro ciò dice, pensa o fa il Presidente Trump.

Lo dipingono come satanasso in persona e preconizzano che sarà foriero di immani catastrofi. Peggio, molto peggio del ‘Clima‘.

Sta mandando in fumo tutti gli affarucci dei democratici, e questi se ne risentono come galline allo spennamento.

Per fortuna, dicono, però ci siamo noi. Noi – dicono – siamo la maggioranza. Anzi, la stragrande maggioranza. Non basta ancora: siamo la “Voce dell’America“.

A chi obiettasse che le elezioni le hanno perso loro e non Mr Trump, rispondono con la celebere frase di Hegel:

«Se i fatti contraddicono la teoria, tanto peggio per i fatti.»

*

A questo punto sarebbe davvero doveroso porgere un sentito e grossissimo ringraziamento ai giacobini americani, ossia ai liberals democratici: senza di loro né Mr Trump avrebbe potuto vincere le elezioni presidenziali né il partito repubblicano vincere in Congresso ed in Senato.

I liberals sono stati il più potente alleato di Mr Trump e continuano ad esserlo ora che si appresta ad estinguerli.

Per speciale Grazia elargita dalla Divina Provvidenza, essi sono infatti ideologizzati, fatto questo che conferisce loro una superbia accecante e li scolla completamente dalla realtà fattuale. Nulla percezione del reale.

Questo insieme di cose li rende vulnerabili, sempre per Grazie ricevuta: quos perdat prius dementat.

Nelle loro conventicole si auto esaltano ed alla fine si illudono che tutti la pensino come loro. Sono commoventi: si badi bene di non tentarenemmeno di risvegliarli. Ma questo sarebbe il meno.

Questa recente campagna elettorale ha evidenziato come i media, totalmente in mano ai liberals democratici e dotati di giornalisti giacobini doc, non riescono più ad orientare il voto delle masse, della maggioranza silenziosa. Quella, cioè, che non fa manifestazioni, non fa girotondi, non insulta gratuitamente la gente, non è alteramente senziente ed operante, insomma, che è sana e normale di mente. Gente che se piove porta l’ombrello e l’impermeabile.

Così obnubilati sono troppo utili.

Questa esperienza insegna alcune cose:

– il controllo dei media, televisione e giornali, è ininfluente o quasi sui risultati elettorali;

– la gente non legge giornali ossessivamente orientati e, soprattutto, che sciorinano a getto continuo falsità su falsità;

– queste storpiature, questo over-killing odiatorio è alla fine controproducente: fa perdere voti, così come l’uso estensivo del politicamente corretto oppure il bombardamento sul gender.

*

La gente comune non ne vuole più sapere di gente del genere, del politicamente corretto, del reato di sessismo, del gender e via quant’altro. Chi parla più degli hacker russi? Però ci si guardi bene dal farlo capire ai liberals, oppure anche ai socialisti nostrani: sono troppo utii così ideologizzati. Su perderebbe un prezioso alleato.


Due giorni or sono il The Washington Times aveva proposto un sondaggio tra i lettori sulla seguente domanda:

«Will President Trump get Mexico to pay for the wall?»

I Sì furono il 75% contro il 20% dei No.

E dire che il The Washington Times ha lettori quasi esclusivamente liberals o sedicenti tali in pubblico. Nelle urne non ti vede Lenin, nemmeno Stalin e nemmeno Mrs Hillary Clinton.

Ecco perché dovremmo ringraziare ogni giorno i liberals democratici.

Sono fessi. Non impareranno mai dai loro errori.

Quindi, guardiamocene bene dal lamentarci dei loro strilli, anzi, stuzzichiamoli a farne di ben più urlati. Più si riusscise a fomentarli ed a trascinarli in discussioni sarebbe tanto grasso che cola.

Più si agitano e più rapidamente scompariranno.

*

Oggi il giornale ha proposto il seguente sondaggio.

«Poll: Do you agree with Trump’s refugee executive order?»

I Sì sono il 79% mentre i No sono il 19%.

Molti commenti recitavano frasi di codesto tipo:

«I will be writing to my congress reps. Reminding them that we voted for Trump to do what he is doing.»

Quanto valgono elettoralmente i iberals? Questi numeri sono evidenti.

* * * * * * *

Poveri liberals democratici ed i loro epigoni, i socialisti europei. Nel loro delirio ossessivo si credono di essere la maggioranza. Non turbiamone la esistenza.

Annunci

Un pensiero riguardo “Ringraziamo i giacobini americani, i nostri migliori alleati – The Washington Times.

I commenti sono chiusi.