Pubblicato in: Criminalità Organizzata, Devoluzione socialismo, Senza categoria

Olanda. Ministro dimissionario per droga. A marzo si vota.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-01-27.

2017-01-27__olanda__001

L’Olanda è stata per decenni il santuario dei drogati europei.

La tolleranza era pressoché totale.

Uomini politici, esimi e perclari docenti universitari, stimatissimi tenutari di organizzazioni non governative, e tutto il Gotha che conta si affannava a ripetere con supponente sopportazione che le droghe facevano bene alla salute ed erano una benedizione del Cielo: solo arretrati codini, orridi bacchettoni avrebbero potuto parlarne male. A riprova, tutti gli avversari del libero commercio di droga erano omofobi, razzisti, nazionalisti e persino populisti.

*

Tutti si sapeva perché mai parlassero in modo così accorato, ma non lo si sarebbe potuto dire né a voce bassa né sussurrando perché sarebbe immediatamente scattata la Magistratura d’assalto a mettere in riga: quindi anni per calunnia non te li avrebbe tolti nessuno.

Adesso è cambiato il clima politico e, chi mai lo avrebbe potuto dire, il quindici marzo l’Olanda va a votare per il rinnovo del Parlamento.

Adesso tutto dovrebbe essere chiaro.

La droga era una benedizione del Cielo, ma per le tasche dei politici e di tantissima altra gente. Tutta gente corrotta fin sotto le unghie.

Quelli per quattro scudi avrebbero detto che il clima si sta surriscaldando oppure che le energie alternative sono in non plus ultra della convenienza.

«Dutch Justice Minister Ard van der Steur has resigned in a row over a 2001 compensation payment to a convicted drug trafficker»

*

«His departure is regarded as a blow to the government of Prime Minister Mark Rutte»

*

«Mr van de Steur is the third member of Mr Rutte’s government to resign over the scandal»

* * * * * * *

Tre ministri pescati con le mani nella marmellata. Tutti del Liberal Party del Premier Mr Rutte, europeista convintissimo, amico intimo e compagno di merende di Frau Merkel

Olanda. Iniziano i processi ai dissidenti eurocritici per reato di opinione.

Olanda. Liberals e socialisti iniziano a temere le elezioni. – Bloomberg.

Elezioni 2017 in Olanda, Francia, Germania e, forse, in Italia.

«PM Rutte has also come under fire from opposition politicians»

*

«The Freedom Party, led by anti-immigration politician Geert Wilders, is leading public opinion polls»

*

Se le cose preoseguissero in questa maniera, sicuramente ne vedremo delle belle.


Bbc. 2017-01-26. Dutch justice minister resigns amid drug trafficker payment row

Dutch Justice Minister Ard van der Steur has resigned in a row over a 2001 compensation payment to a convicted drug trafficker.

His departure is regarded as a blow to the government of Prime Minister Mark Rutte.

His centre-right Liberal Party (VVD) is trailing in opinion polls ahead of a general election in March.

Mr van de Steur is the third member of Mr Rutte’s government to resign over the scandal.

Former Justice Minister Ivo Opstelten and his junior minister, Fred Teeven, resigned in 2015 after misleading parliament over the 2001 deal.

The affair revolves around a deal prosecutors reached with a drug trafficker, Cees Helman, worth €2m (£1.7m; $2.1m).

Mr van de Steur has been criticised for his role in answers provided to parliament over the issue.

He has denied advising certain information be withheld.

PM Rutte has also come under fire from opposition politicians.

The Freedom Party, led by anti-immigration politician Geert Wilders, is leading public opinion polls.

Annunci