Pubblicato in: Religioni, Senza categoria

Papa Francescus conferma l’elezione di Mgr Ocariz a Prelato dell’Opus Dei.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-01-24.

ocariz-fernando-001

«This evening, Pope Francis has named Mons. Fernando Ocáriz Braña prelate of Opus Dei. The Holy Father confirmed the election of the third elective congress of the prelature in the same day»

*

Che l’Altissimo ne benedica la persona e l’Apostolato.

*

La Prelatura della Santa Croce e Opus Dei, più conosciuta nella forma abbreviata Opus Dei, è una prelatura personale della Chiesa cattolica, l’unica esistente attualmente nell’ordinamento canonico.

La Prelatura aveva a tutto il 2015 93,986 membri, 91,020 laici e 2,094 sacerdoti.

«La prelatura personale è un’istituzione di natura gerarchica della Chiesa cattolica, eretta dalla Sede Apostolica per attuare peculiari opere pastorali, per diverse regioni o per diversi gruppi sociali.

Ad oggi, soltanto l’Opus Dei ha lo status di prelatura personale, richiesto nel 1969 e concesso nel 1982 da Giovanni Paolo II.

La struttura giurisdizionale secolare della prelatura personale venne prevista, per la prima volta, dal decreto del Concilio Vaticano II Presbyterorum Ordinis del 7 dicembre 1965. Regolata, in via sperimentale, dal motu proprio di Paolo VI Ecclesiae Sanctae del 6 agosto 1966, fu definitivamente inclusa nel titolo IV del Codice di diritto canonico del 1983, ai canoni dal 294 al 297:

    canone 294

        Al fine di promuovere un’adeguata distribuzione dei presbiteri o di attuare speciali opere pastorali o missionarie per le diverse regioni o per le diverse categorie sociali, la Sede Apostolica può erigere prelature personali formate da presbiteri e da diaconi del clero secolare, udite le Conferenze Episcopali interessate.

    canone 295

        comma 1. La prelatura personale è retta dagli statuti fatti dalla Sede Apostolica e ad essa viene preposto un Prelato come Ordinario proprio, il quale ha il diritto di erigere un seminario nazionale o internazionale, di incardinare gli alunni e di promuoverli agli ordini con il titolo del servizio della prelatura.

        comma 2. Il Prelato deve provvedere sia alla formazione spirituale di coloro che ha promosso con il predetto titolo, sia al loro decoroso sostentamento.

    canone 296

        I laici possono dedicarsi alle opere apostoliche di una prelatura personale mediante convenzioni stipulate con la prelatura stessa; il modo di tale organica cooperazione e i principali doveri e diritti con essa connessi siano determinati con precisione negli statuti.

    canone 297

        Parimenti gli statuti definiscono i rapporti della prelatura personale con gli Ordinari del luogo nelle cui Chiese particolari la prelatura stessa esercita o intende esercitare, previo consenso del Vescovo diocesano, le sue opere pastorali o missionarie.» [Fonte]


Opus Dei. 2017-01-24. Pope Francis names Mons. Fernando Ocáriz prelate of Opus Dei

This evening, Pope Francis has named Mons. Fernando Ocáriz Braña prelate of Opus Dei. The Holy Father confirmed the election of the third elective congress of the prelature in the same day.

*

This evening, Pope Francis has named Mons. Fernando Ocáriz Braña prelate of Opus Dei. The Holy Father confirmed the election of the third elective congress of the prelature in the same day.

With this appointment, Monsignor Fernando Ocáriz, who until now has been Auxiliary Vicar of Opus Dei, becomes the third successor of Saint Josemaria at the head of the prelature, following the death of Mons. Javier Echevarría, this past December 12th.

Monsignor Fernando Ocáriz was born in Paris on October 27, 1944, to a Spanish family exiled in France due to the Civil War (1936-1939). He is the youngest of 8 children.

He graduated from the University of Barcelona with a degree in Physical Sciences in 1966. He received a licentiate in Theology from the Pontifical Lateran University in 1969 and a doctorate in Theology from the University of Navarre in 1971, the year he was ordained a priest. In his first years as a priest he was especially involved in ministry to young people and to university students.

He is a consultor for the Congregation for the Doctrine of the Faith (since 1986), as well as other departments of the Roman Curia: the Congregation for the Clergy (since 2003) and the Pontifical Council for Promoting the New Evangelization (since 2011). He has been a member of the Pontifical Theological Academy since 1989. In the 1980’s, he was among the professors who began the Pontifical University of the Holy Cross (Rome), where he was a tenured professor (now emeritus) in Fundamental Theology.

Among his theological publications, his books on Christology are especially noteworthy, like The Mystery of Jesus Christ: a Christology and Soteriology Textbook and Hijos de Dios en Cristo. Introducción a una teología de la participación sobrenatural. His publications have dealt largely with theological and philosophical themes, like Amar con obras: a Dios y a los hombres and Naturaleza, gracia y gloria, with a preface by Cardinal Ratzinger. In 2013, Rafael Serrano’s extensive interview with him was published under the title Sobre Dios, la Iglesia y el mundo. He has also published two philosophical works: El marxismo: teoría y práctica de una revolución and Voltaire: tratado sobre la tolerancia. In addition, he is co-author of several monographs, as well as many theological and philosophical articles.

Since 1994 he has been the Vicar General of Opus Dei, and in 2014 he was named Auxiliary Vicar of the Prelature. Over the past 22 years he has accompanied the previous Prelate, Mons. Javier Echevarría, in his pastoral trips to more than 70 countries. In the 1960’s, as a theology student, he lived in Rome alongside Saint Josemaría, the Founder of Opus Dei. From a young age he has been an avid fan of tennis, which he continues to play.

In the upcoming days, the new prelate will propose the names of his vicars to the congress participants, as well as the other new members of the councils that will assist him during the next 8 years.


Rai News. 2017-01-24. Opus Dei, nominato il nuovo prelato: è Fernando Ocariz.

Nonostante abbia 72 anni compiuti, monsignor Fernando Ocariz, il nuovo prelato dell’Opus Dei, continua a praticare il suo sport preferito: il tennis. Un dettaglio che dice molto di questo sacerdote spagnolo ma nato a Parigi, teologo brillante e molto stimato da Benedetto XVI ma del quale ieri notte Papa Francesco ha prontamente approvato la nomina confermando l’elezione avvenuta durante il terzo Congresso elettorale della prelatura, lunedi’ 23 gennaio. Con questa nomina, monsignor Fernando Ocariz, che fino a questo momento era vicario ausiliare dell’Opus Dei, diventa il terzo successore di san Josemaria alla guida della prelatura, dopo la morte di mons. Javier Echevarria avvenuta lo scorso 12 dicembre. Fernando Ocariz è nato a Parigi il 27 ottobre 1944, in una famiglia spagnola in esilio in Francia durante la Guerra civile spagnola (1936-1939). E’ il piu’ giovane di 8 figli. Laureato in Fisica presso l’Universita’ di Barcellona (1966). Ottenne la licenza in Teologia presso la Pontificia Università Lateranense nel 1969 e il dottorato presso l’Università di Navarra nel 1971, anno in cui fu ordinato sacerdote. Nei suoi primi anni di sacerdozio si dedicò specialmente alla pastorale dei giovani e degli universitari. E’ consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede (dal 1986) e di altri dicasteri della Curia di Roma: Congregazione per il Clero (dal 2003) e Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione (dal 2011). E’ membro della Pontificia Accademia Teologica dal 1989. Negli anni ’80 e’ stato uno dei professori che iniziarono il lavoro dell’Universita’ Pontificia della Santa Croce (a Roma) in cui è stato professore ordinario di Teologia Fondamentale e dove ora è professore emerito. Tra le sue pubblicazioni troviamo libri sulla cristologia come: The mystery of Jesus Christ: a Christology and Soteriology textbook; Hijos de Dios en Cristo. Introduccion a una teologia de la participacion sobrenatural. Altri suoi testi trattano temi di natura teologica e filosofica come Amor a Dios, amor a los hombres o Natura, grazia e gloria, che contiene anche una prefazione del cardinale Ratzinger. Nel 2013 è stata pubblicata un’ampia intervista a cura di Rafael Serrano con il titolo La Chiesa, mondo riconciliato. Tra le sue opere ci sono anche due studi di filosofia dal titolo Il marxismo: teoria e pratica di una rivoluzione; Voltaire; Tratado sobre la tolerancia. Inoltre è coautore di numerose monografie e autore di molti articoli teologici e filosofici. Fu nominato Vicario Generale della Prelatura dell’Opus Dei il 23 aprile 1994 e Vicario Ausiliare nel dicembre 2014. Durante gli ultimi 22 anni ha accompagnato il prelato precedente, mons. Javier Echevarria, nelle sue visite pastorali in più di 70 nazioni. Negli anni 60, mentre stava studiando teologia, ha vissuto con san Josemaria Escrivia, fondatore della Opus Dei. Sin da giovane è appassionato di tennis, uno sport che continua a praticare. Nei prossimi giorni il nuovo prelato proporrà ai congressisti i nomi dei suoi vicari e dei membri dei nuovi consigli che lo assisteranno durante i prossimi 8 anni.

Annunci