Pubblicato in: Unione Europea

Agenda delle scadenze politiche europee.

Giuseppe Sandro Mela.

2017-01-18.

unione-europea-eurpa-001

I primi sei mesi del 2017 potrebbero cambiare l’Occidente, almeno così come lo si conosce.

Se con il venti gennaio entra in carica Mr Trump come Presidente degli Stati Uniti, il 15 marzo si terranno le elezioni in Olanda, il 23 aprile le presidenziali francesi, il 14 maggio le elezione nel Land North Rhine-Westphalia, e l’11 giugno le elezioni parlamentari francesi.

Le parole, le manifestazioni di piazza, le chiassate varie, gli articoli sui giornali e gli interventi dei commentatori televisivi hanno ancora una loro certa quale importanza, ma ciò che conta sono i numeri che escono dalle urne. Nel seggio elettorale gli Elettori sono finalmente liberi di esprimere le proprie opinioni.

Pur se da prendersi con tutte le dovute cautele, i sondaggi elettorali sembrerebbero essere concordi che sia in Olanda, sia in Germania, sia in Francia le formazioni di sinistra dovrebbero uscire con le ossa rotte, così come gran parte dei partiti tradizionali. Ne esce sconfitta l’ideologia socialista e, soprattutto, la sua derivazione illuminista.

Se è vero che le formazioni della nuova “destra” non abbiano ancora la forza di conquistare delle maggioranze proprie, sembrerebbe essere altrettanto vero che svolgeranno un ruolo dirompente sui vecchi equilibri. Dopo queste elezioni nessuno potrà più considerarle formazioni prive di seguito elettorale: e ciò che conta sono i numeri.

Ma uno sconvolgimento di questa fatta in due grandi paesi europei avrà ripercussioni sulla linea politica ed economica dell’Unione Europea. La Commissione Europea non sarà più una siniscalchia di Mr Juncker né il voivodato di Frau Merkel, che in autonno dovrà anche lei sottoporsi al vaglio elettorale.

La stampa e le televisioni spareranno ad alzo zero su questi risultati: sono tutti a ruolino paga delle sinistre, per il momento ancora al potere. Ma sono destinate a scomparire rapidamente. Ciò dovrebbe essere chiaro a quanti si siano presi la briga di leggersi il Corriere della Sera dal venti al ventotto aprile 1945.


When

What

Jan. 1, 2017

Italy assumed G-7 presidency

Jan. 12

Cyprus reunification endgame talks begin in Geneva

Jan. 17-20

World Economic Forum

Jan. 20

Donald Trump assumes the U.S. presidency

Jan. 22 & 29

French Socialist primaries

Feb. 3

EU leaders meet in Malta

Feb. 12

German presidential election by special assembly

Feb. 17-19

Munich Security Conference, with possible Trump administration speakers

March 8

U.K. Spring Budget

March 9-10

EU leaders meet in Brussels

March 15

Netherlands parliamentary elections

March 17-18

G-20 finance chiefs meet in Baden-Baden, Germany

March 24-25

EU leaders meet in Rome to mark 60 years of Treaty of Rome

March 26

German state election in Saarland (ruled by a coalition of CDU/SPD)

March 31

U.K. to trigger Article 50 starting Brexit process by end of March

April 10-11

G-7 foreign ministers meet in Lucca, Italy

April 21-23

G-20/IMF/WB meetings in Washington

April 23

French presidential election first round

May 4

U.K. local elections – first electoral test post-Article 50

May 7

French presidential election runoff

May 7

German state election in Schleswig-Holstein (SPD/Greens)

May 11-13

G-7 finance chiefs meet in Bari, Italy

May 14

German state election in North Rhine-Westphalia, country’s most populous state (SPD/Greens)

May 26-27

G-7 leaders summit in Sicily

June 11

French parliamentary elections first round

June 18

French parliamentary elections second round

June 22-23

EU leaders meet in Brussels

July 7-8

G-20 leaders summit in Hamburg, Germany

September [possible]

German federal elections

Annunci

Un pensiero riguardo “Agenda delle scadenze politiche europee.

I commenti sono chiusi.