Pubblicato in: Criminalità Organizzata, Devoluzione socialismo, Unione Europea

Parigi. Aria di elezioni. Ripulito il bivacco profughi ‘Stalingrado’.

Giuseppe Sandro Mela.

2016-11-07.

 2016-11-05__stalingrado__000

Le elezioni presidenziali e politiche si stanno avvicinando a grandi passi ed i socialisti al governo iniziano a sentire il fiato degli elettori sul collo, ed anche Mrs Le Pen è un elettrice.

Da molto tempo tutte le proiezioni elettorali sono concordi nell’indicare i socialisti ad una percentuale variabile tra il 13% ed il 17%: in poche parole sono politicamente esclusi dalla corsa al Presidente ed al Governo, ma non ancora sufficientemente distrutti da impedir loro di fare ancora qualche danno. Molto verosimilmente infatti termineranno il proprio suicidio politico sacrificandosi sull’altare dei Les Républicains: simpaticamente rinnegheranno sé stessi votando Juppe pur di impedire che il Front National, partito di maggioranza relativa, possa conquistare Governo e Presidenza.

Sarà il corretto epilogo della loro vita, motivata più dall’odio che dall’amore.

Francia. Les Républicains. Primarie. Juppe 32%, Sarkozy 27%.

Francia. Popolarità dei Governanti.

Breslava. L’Unione Europea è ‘diversamente vivente’ in attesa di morire.

Francia. Con tutti i problemi si deve proprio parlare di Jonah Hill?

Francia. Mrs Lagarde a giudizio il 12 dicembre.

Hollande l’esecrabile. 11% dei consensi. Un problema costituzionale.

Guerra sulle donne mussulmane tra NYT e Francia. Persecuzione.

Le Pen. Se eletta, referendum sull’Europa.

Emmanuel Macron preso a uova marce a Montreuil.

*

Certo che i socialisti odiano Mrs Le Pen. Lei ed il Front National si permettono di criticare non solo il Governo francese ma anche quello dell’Unione Europea: sono degli eretici e quindi devono essere trattati come Martin Luther avrebbe voluto che fossero trattati gli Ebrei.

Senza Governo e senza Europa i socialisti sarebbero alla fame. Dovrebbero persino lavorare per vivere.

* * * * * * *

2016-11-05__stalingrado__001

E così, tanto per far qualcosa, il Governo francese ha dapprima fatto evacuare l’infame Giungla di Calais, ed adesso si accinge a ripulire le strade di Parigi.

2016-11-05__stalingrado__002

Prima i socialisti hanno fato di tutto per far venire i migranti ed islamizzare in modo forzoso i francesi, poi hanno permesso e favorito accampamenti indegni di ogni essere umano per dissacrare i migranti ed perseguitare la popolazione: adesso, quatti quatti, eliminano simili nefandezze nella speranza che la gente se ne dimentichi quando andrà a votare. Spazzano la polvere sotto il tappeto.

2016-11-05__stalingrado__003

E no, cari signori.

2016-11-05__stalingrado__004

Abbiamo la memoria buona.

Eichmann ce lo siamo andati a prendere, lo abbiamo processato, lo abbiamo condannato ed infine lo abbiamo giustiziato.

Voi siete in lista di attesa. 


Bbc. 2016-11-04. Migrant crisis: Paris’s ‘Stalingrad’ camp clearance begins.

French authorities have begun clearing a makeshift migrant camp housing more than 3,000 people in Paris.

Several hundred men began queuing near the Stalingrad metro station before 06:00 local time (05:00 GMT) and the first bus left shortly afterwards.

They are being taken to reception centres in the Paris region, AFP news agency reported.

The operation follows the evacuation of about 7,000 people from the “Jungle” camp in Calais a week ago.

A spokeswoman for the Paris prefecture said the operation was running smoothly.

The migrants, many from war-torn countries such as Afghanistan and Sudan, would be able to make asylum requests once they were in holding centres, she said.

The Stalingrad camp was previously cleared in July and September, but migrants quickly returned and their numbers grew as the Calais camp was closed.

“I have no idea where we are going. Paris or nearby, it’s fine for me. The important thing for me is to have papers. I’ve been here for a month in a tent, it’s good to leave,” said Khalid, a 28-year-old migrant.

Annunci